L’ecografia è un’ indagine diagnostica che utilizza gli ultrasuoni. E’ una metodica non invasiva, operatore-dipendente che richiede: manualità, spirito di osservazione, profonda cultura dell’immagine e comprovata esperienza clinica.
Gli ultrasuoni sono generati da un cristallo piezoceramico inserito in una sonda mantenuta a diretto contatto con la pelle del paziente con l’interposizione di un apposito gel (che elimina l’aria interposta tra sonda e cute del paziente, permettendo agli ultrasuoni di penetrare nel segmento anatomico esaminato); la stessa sonda è in grado di raccogliere il segnale di ritorno, che viene opportunamente elaborato da un computer e presentato su un monitor.
Le indicazioni dello studio con ultrasuoni sono numerosissime e riguardano lo studio degli organi addominali (fegato, colecisti, vie biliari, pancreas, milza, reni, vescica); degli organi pelvici: prostata nell’uomo – utero ed ovaie nella donna; della mammella; della tiroide; dei linfonodi; dei testicoli; delle anche-reni neonatale e dei tessuti molli, articolari e muscolari.

  • ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO E PREPARAZIONE

    L’ecografia addominale consente di visualizzare e studiare tutti gli organi dell’addome e i principali vasi sanguigni che si trovano nella cavità addominale. In particolare, l’esame permette al medico di studiare fegato, colecisti, vie biliari, reni, pancreas, milza, aorta, vescica e organi genitali interni. L’esame viene richiesto al fine di valutare la maggior parte delle patologie che interessano l’addome e per avere una immagine generale dello stato di salute dei suoi organi.

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • ECOGRAFIA ADDOME INFERIORE E PREPARAZIONE


    L’ecografia dell’addome inferiore valuta principalmente gli organi contenuti nello scavo pelvico (vescica, prostata, vescichette seminali nell’uomo; vescica, utero e ovaie nella donna). Consente di rilevare la presenza di liquido nella pelvi e di effettuare accurate misurazioni dimensionali (ad esempio di un adenoma prostatico o di cisti ovariche)

    PREPARAZIONE:

    E’ richiesto di bere 500-600 ml d’acqua non gassata 2 ore precedenti l’esame, e trattenere le urine fino al termine dello stesso. Tutta la documentazione relativa ad eventuali ECOGRAFIE PRECEDENTI e/o DOCUMENTAZIONE CLINICA, ESAMI DEL SANGUE E DELLE URINE, dev’essere presentata al momento dell’effettuazione dell’ecografia.

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • ECOGRAFIA ADDOME SUPERIORE E PREPARAZIONE

    L‘ecografia dell’addome superiore valuta gli organi ipocondriaci (fegato, milza, reni ,pancreas), le relative strutture vascolari ed i sistemi biliare ed escretorio renale, consentendo di effettuare misure dimensionali (volume del fegato, della milza, dei reni ) e funzionali (inspirazione/espirazione).

    PREPARAZIONE:

    Dal momento che l’eccessiva presenza di gas intestinali può limitare l’accuratezza dell’esame diagnostico, nei due/tre giorni precedenti l’ecografia addominale il paziente deve limitare il consumo di tutti quei cibi che possono dare problemi di meteorismo e flatulenza (come quelli ricchi di fibre e scorie). Deve quindi astenersi dal consumo di legumi (lenticchie, fagioli, fave, ceci, piselli), latte e latticini, verdure, tuberi, uva, formaggi vari, pane e pasta (entrambi consentiti con estrema parsimonia), prodotti integrali e cibi fermentati. In questi giorni andranno evitate anche le bevande gassate, limitate quelle nervine (tè, caffè, cioccolata calda) e naturalmente abolito il consumo di alcolici.
    Il giorno prima dell’esame assumere 6 compresse di Carbonesia (2 dopo colazione – 2 dopo pranzo – 2 dopo cena). Il giorno dell’esame il paziente deve presentarsi in ambulatorio a digiuno da almeno 6-8 ore. Tutta la documentazione relativa ad eventuali ECOGRAFIE PRECEDENTI e/o DOCUMENTAZIONE CLINICA, ESAMI DEL SANGUE E DELLE URINE, dev’essere presentata al momento dell’effettuazione dell’ecografia.

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • ECOGRAFIA ARTICOLARE

    L’ecografia articolare é in grado di indagare con discreta precisione i tessuti molli e le strutture articolari (cartilagini, menischi e membrane sinoviali) e periarticolari (tendini e legamenti).

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • ECOGRAFIA DEL COLLO e DELLA TIROIDE

    L’ecografia del collo valuta le principali strutture delle logge cervicali con particolare attenzione alle ghiandole salivari, alla tiroide ed alle strutture linfoghiandolari laterocervicali.Tale indagine consente di identificare lesioni infiammatorie, neoformazioni e calcoli salivari.

    Lo studio può essere (ove richiesto) agevolmente esteso anche alla valutazione delle strutture vascolari sovra-aortiche.

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • ECOGRAFIA DELLE GHIANDOLE SALIVARI

    L’ecografia delle ghiandole salivari valuta le ghiandole parotidi e le ghiandole sottomandibolari, permettendo di identificare lesioni infiammatorie, neoformazioni e calcoli salivari. A completamento di indagine vengono esplorate le catene linfonodali locoregionali.

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • ECOGRAFIA DELL’APPARATO URINARIO (RENI E VESCICA) E PREPARAZIONE:

    L’ecografia renale ci permette di valutare la forma dei reni e le loro dimensioni, la presenza di tumori, di cisti, l’eventuale dilatazione delle cavità renali (calici e bacinetto renale), la presenza di calcoli. A livello della vescica ci permette di valutare l’integrità delle pareti, la presenza di tumori o di calcoli. Inoltre è utile per valutare se la vescica si svuota completamente dopo avere urinato (residuo post-minzionale).

    PREPARAZIONE:

    E’ richiesto di bere 500-600 ml d’acqua non gassata 2 ore precedenti l’esame, e trattenere le urine fino al termine dello stesso. Tutta la documentazione relativa ad eventuali ECOGRAFIE PRECEDENTI e/o DOCUMENTAZIONE CLINICA, ESAMI DEL SANGUE E DELLE URINE, dev’essere presentata al momento dell’effettuazione dell’ecografia.

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • ECOGRAFIA TESTICOLARE

    L’ecografia testicolare valuta i didimi e gli epididimi, consentendo spesso di discriminare tra le alterazioni infiammatorie, neoplastiche o traumatiche. Ricorrendo ai moduli color-doppler e’ possibile inoltre identificare anomalie vascolari (varicocele) o la patologia dolorosa acuta da torsione del funicolo.

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • ECOGRAFIA MUSCOLO-TENDINEA

    L’ecografia muscolo-tendinea é in grado di indagare tutte le patologie a carico dei muscoli o dei tendini. E’ un esame particolarmente indicato in caso di stiramenti e sospetti strappi muscolari, contusioni, tendiniti (al gomito, ginocchio, piede, mano, spalla, polso, caviglia, tendine di Achille), cisti, borsiti, ematomi sottocutanei o intramuscolari.

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • ECOGRAFIA DELLA CUTE e DEI TESSUTI MOLLI

    Lo studio ecografico delle parti molli deve essere mirato a tumefazioni clinicamente rilevabili, potendone discriminare la natura liquida (cistica) o solida ed in tal caso potendone definire contorni, vascolarizzazione e sede (in particolare in ottica prechirurgica e’ indispensabile una valutazione di sede superficiale /profonda e di rapporti con le strutture anatomiche limitrofe quali muscoli, fasce, vasi sanguigni).

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • ECOGRAFIA DELLA PROSTATA (TRANSRETTALE) E PREPARAZIONE

    Grazie all’impiego di una opportuna sonda endocavitaria, tale indagine consente una valutazione biometrica della prostata e delle vescichette seminali; in particolare l’indagine effettua misure accurate dei volumi ghiandolari, identifica aree sospette in particolare alla periferia della prostata, in genere meglio valutabile rispetto all’indagine sovra pubica (ecografia addome inferiore).

    PREPARAZIONE:

    E’ richiesto di bere 500-600 ml d’acqua non gassata 2 ore precedenti l’esame, e trattenere le urine fino al termine dello stesso. E’ necessario eseguire un clistere di pulizia 2 ora prima dell’esame (si vende già pronto in farmacia) Tutta la documentazione relativa ad eventuali ECOGRAFIE PRECEDENTI e/o DOCUMENTAZIONE CLINICA, ESAMI DEL SANGUE E DELLE URINE, dev’essere presentata al momento dell’effettuazione dell’ecografia.

    Galleria fotografica della strumentazione utilizzata

  • Attività

    Area dedicata ai servizi del Centro Sanitario Polivalente, dalla Radiologia Digitale alla Fisiokinesiterapia!
    Vai a Servizi
  • Prenotazioni

    Ora è possibile prenotare nell'apposita area del sito dedicata alle richieste di chiarimenti relativi agli accertamenti da eseguire.
    Vai a Prenotazione
  • Orari di Apertura

    • Lunedì - Venerdì
      08.30 - 13.00
    • 15.00 - 20.00
    • Sabato
      08.30 - 13.30

Contatti ed Info


I nostri centralini sono attivi ogni giorno dal Lunedi al Venerdi dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.00